Quadro economico

Regolamento

 

Art. 16. Quadri economici

(art. 17, d.P.R. n. 554/1999)


1. I quadri economici degli interventi sono predisposti con progressivo approfondimento in rapporto al livello di progettazione al quale sono riferiti e con le necessarie variazioni in relazione alla specifica tipologia e categoria dell’intervento stesso e prevedono la seguente articolazione del costo complessivo:

    a.1) lavori a misura, a corpo, in economia;

    a.2) oneri della sicurezza, non soggetti a ribasso d’asta;

    b) somme a disposizione della stazione appaltante per:

        1- lavori in economia, previsti in progetto ed esclusi dall’appalto, ivi inclusi i rimborsi previa fattura;

        2- rilievi, accertamenti e indagini;

        3- allacciamenti ai pubblici servizi;

        4- imprevisti;

        5- acquisizione aree o immobili e pertinenti indennizzi;

        6- accantonamento di cui all’articolo 133, commi 3 e 4, del codice;

        7- spese di cui agli articoli 90, comma 5, e 92, comma 7-bis, del codice, spese tecniche relative alla progettazione, alle necessarie attività preliminari, al coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, alle conferenze di servizi, alla direzione  lavori e al coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione, all’assistenza giornaliera e contabilità, l’importo relativo all’incentivo di cui all’articolo 92, comma 5, del codice, nella misura corrispondente alle prestazioni che dovranno essere svolte dal personale dipendente;

        8- spese per attività tecnico amministrative connesse alla progettazione, di supporto al responsabile del procedimento, e di verifica e validazione;

        9- eventuali spese per commissioni giudicatrici;

        10- spese per pubblicità e, ove previsto, per opere artistiche;

        11- spese per accertamenti di laboratorio e verifiche tecniche previste dal capitolato speciale d’appalto, collaudo tecnico amministrativo, collaudo statico ed altri eventuali collaudi specialistici;

        12- I.V.A., eventuali altre imposte e contributi dovuti per legge.


2. (comma abrogato dalla legge di conversione del DL 70/2011, Legge 12 luglio 2011, n. 106, in vigore dal 13/07/2011)

 

Art. 178 Fondi a disposizione delle stazioni appaltanti

(art. 152, d.P.R. n. 554/1999)

 

1. Il fondo posto a disposizione delle stazioni appaltanti, risultante dal quadro economico allegato al progetto approvato, ha le seguenti destinazioni:   

    a) lavori in economia previsti in progetto ma esclusi dallʹappalto, ivi inclusi i rimborsi previa fattura;   

    b) rilievi, accertamenti e indagini preliminari comprese le eventuali prove di laboratorio per materiali, di cui allʹarticolo 16, comma 1, lettera b), punto 11;   

    c) allacciamenti ai pubblici servizi;   

    d) maggiori lavori imprevisti;   

    e) adeguamento dei prezzi ai sensi dellʹarticolo 133, commi 3 e 4, del codice;   

    f) acquisizione o espropriazione di aree o immobili e pertinenti indennizzi;   

    g) spese di cui agli articoli 90, comma 5, e 92, comma 7‐bis, del codice, spese tecniche di progettazione, direzione lavori, assistenza giornaliera, contabilità, liquidazione e assistenza ai collaudi, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, lʹimporto relativo allʹincentivo di cui allʹarticolo 92, comma 5, del codice, nella misura corrispondente alle prestazioni che dovranno essere svolte dal personale dipendente;   

    h) spese per attività tecnico‐amministrative connesse alla progettazione, di supporto al responsabile del procedimento, e di verifica e validazione;   

    i) spese per commissioni giudicatrici;   

    l) spese per le verifiche ordinate dal direttore lavori di cui allʹarticolo 148, comma 4;   

    m) spese per collaudi;   

    n) imposta sul valore aggiunto, eventuali altre imposte e contributi dovuti per legge;   

    o) spese per pubblicità e, ove previsto, per opere dʹarte.

 

2. Per disporre, durante lʹesecuzione dei lavori, delle somme di cui alle lettere a), d) e g), é necessaria lʹautorizzazione delle stazioni appaltanti.

logo dei

All rights reserved - Via Nomentana, 16/20 - 00161 ROMA - Tel. 064416371 Fax 064403307 P.I. 04083101008

Questo sito utilizza i cookie. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e come controllarne l'abilitazione tramite impostazioni del browser visita la nostra Cookie Policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie